Cerca
  • thesecretitalian

Incontrate il Fondatore: Colive

Questa settimana abbiamo parlato con Colive per ascoltare le esperienze del fondatore Hasan sull'olio d'oliva e la riconciliazione in Cipro:

Credit: Colive Oil

"Il 1974 è una data personale per tutti i ciprioti. Dopo un periodo di disordini civili tra le comunità etniche dell'isola, il colpo di stato greco nel 1974, poi l'intervento turco che seguì, ha visto l'isola divisa in due. Da allora c’è stato un punto morto tra le due parti. Mia madre è originaria di una città del sud, Paphos. Lei e la sua famiglia sono stati tra gli ultimi ad essere sfollati con la Forza di pace delle Nazioni Unite e la Croce Rossa in Cipro del Nord. Ho più storie del genere nella mia famiglia estesa, compreso uno zio che era prigioniero di guerra, ora lavora con noi agricoltori in tutta Cipro poiché parla correntemente turco e greco. Lavoriamo direttamente con gli agricoltori su entrambi i lati del confine conteso e riuniamo le olive e le comunità. Il nostro lavoro in 3 anni si è espanso dalle comunità locali, alle fattorie abbandonate, al lavoro con i rifugiati nelle nostre fattorie.


Colive riguarda l'estensione di un ramo d'ulivo, letteralmente. L'olio d'oliva è il terreno comune su cui possiamo costruire. Vorrei considerarlo come il primo passo verso una vita pacifica a Cipro per tutti, uguale indipendentemente dall'etnia, dalla lingua e dalla religione. Il nostro messaggio supera i limiti nazionali. È universale: vivere in armonia, condividere le nostre risorse e prosperare su una scala globale.

Le olive sono sempre presenti a Cipro, un albero in ogni giardino, una bottiglia su ogni tavolo da pranzo. Essendo cresciuto ad Istanbul e poi vivendo a Londra, avere l'olio d'oliva cipriota è sempre stato un piacere per me (Hasan). I miei amici hanno commentato quanto fosse straordinario il sapore dell'olio d'oliva. Anche l'olio d'oliva parlava di famiglia. Tutta la mia famiglia vive a Cipro; erano quelli che portavano l'olio. Sono stato anche attratto dall'unicità e dal gusto dell'olio d'oliva cipriota.



Credit: Colive Oil

Tra il trasferimento da Londra a Cipro per Colive, ho viaggiato nel Mediterraneo e mi sono formato come sommelier di olio d'oliva in Toscana, Italia. Volevo creare un gusto di olio d'oliva di classe mondiale e dovevo esserne sicuro. Dopo i miei viaggi e la formazione da sommelier, ero sicuro dell'olio d'oliva cipriota.


Fin dall'inizio, ho immaginato Colive come un'impresa sociale, un'azienda che può lavorare per cambiare le cose in meglio in Cipro.

Volevamo interagire direttamente con tutte le comunità dell'isola e donare una percentuale dei nostri profitti per cambiare lo status quo.



Abbiamo chiesto a Colive dei piatti che rappresentassero entrambi i lati della divisione in Cipro e rappresentassero sia i greco-ciprioti che i turco-ciprioti. Abbiamo preparato mucendra (riso con lenticchie e cipolle), ayrelli (asparagi selvatici con uova) e tzatziki (yogurt con menta e cetriolo) e ovviamente olive.


11 visualizzazioni0 commenti